Lenín Moreno, il grande traditore del progressismo latinoamericano

Tradotto da Monica Manicardi

Appena qualche mese fa abbiamo celebrato la vittoria di Lenìn Moreno, il quale aveva promesso di dare continuità alla Rivoluzione Cittadina che iniziò con Rafael Correa; è risultato essere un impostore, procurando il peggior colpo al progressismo latinoamericano nell’ultimo decennio: Lenìn Moreno ha sputato nel piatto in cui ha mangiato.

Moreno ha superato Temer, il suo odio per il suo paese è andato oltre, così come Temer non può sostenere la luminosità dei suoi presidenti, Temer non è riuscito ad essere come Dilma e Moreno non potrà mai essere come Rafael Correa, perché Correa come Dilma semplicemente sono già immortali nella memoria dei popoli.

Ha tradito la fiducia non solo del massimo leader della Rivoluzione Cittadina ma anche a tutto il popolo che lo ha appoggiato e lo ha portato alla presidenza con il suo voto. Azione molto comune dei meschini. Non ha aspettato nemmeno il canto dei galli per cominciare a lanciare coltellate alla schiena contro a coloro che gli hanno dato un nome, perché è così, è cresciuto all’ombra di Rafael Correa e non ha sostenuto la luce del leader, così tanto che ha creduto che a stare seduto nella poltrona e mettere i leader di Alianza Paìs in carcere, potrà cancellare 10 anni di progresso che ha vissuto l’Ecuador con Rafael Correa.

Cinque mesi dopo che arrivò alla presidenza l’unica cosa che ha fatto è accordarsi con la destra ricalcitrante, dimostrando con questo che è sempre stato uno di loro, qualcuno che ha finto di stare con il popolo e rispondere alle sue necessità. Qualcuno che ha finto lealtà a Rafael Correa e al suo popolo. Qualcuno che ha ingannato, per trattare dopo con la destra neoliberale dal primo giorno della sua presidenza.

La questione con Lenìn Moreno, non sono solo stupidi pettegolezzi tra lui e Alianza Paìs , come vogliono mostrare alcuni media calunniatori, qui Lenìn ha perso con la società che le ha dato il voto fidandosi che sarebbe stato la continuazione di un progetto di sviluppo già finalizzato da Rafael. Moreno non avrebbe la presidenza se Rafael Correa non gli avesse dato fiducia e non lo avesse presentato al popolo come colui che avrebbe continuato il progetto cittadino. Moreno senza Rafael non è nessuno e lo vediamo adesso nella presidenza che agisce come una marionetta della destra.

I popoli non dimenticano il tradimento e Lenìn Moreno, che ha voluto superare Correa ,passerà alla storia come il presidente che ha tradito il suo popolo, come il miserabile che si è venduto, come il semplice vicepresidente, un fantoccio che non ha avuto la grandezza del massimo leader della Rivoluzione Cittadina.

Il popolo lo ha messo lì ed è il popolo che lo deve rimuovere. Il popolo ecuatoriano ha lottato per la Rivoluzione Cittadina fin dalle sue fondamenta, e l’hanno costruita ogni centimetro, non sarà Lenìn che la distruggerà. Non sarà un traditore che farà retrocedere l’Ecuador. Il popolo ecuatoriano deve organizzarsi nuovamente e deve pretendere la rinuncia immediata del presidente Lenìn Moreno. Non può farsi portare via da un malvagio, i risultati ottenuti. In Ecuador deve continuare la Rivoluzione Cittadina.

L’Ecuador non deve permettere che la sua Rivoluzione Cittadina sia distrutta da un vigliacco che non ha avuto la grandezza e la dignità del suo popolo.

E ai traditori, il carcere, l’oblio e l’esilio!

Questo testo può essere condiviso in qualsiasi blog o social network citanto la fonte di informazione URL: https://cronicasdeunainquilina.com/2017/11/10/lenin-moreno-il-grande-traditore-del-progressismo-latinoamericano/

Ilka Oliva Corado. @ilkaolivacorado contacto@cronicasdeunainquilina.com

Un pensamiento en “Lenín Moreno, il grande traditore del progressismo latinoamericano

  1. Personas como vos hacen al mundo mas pequeño para compartir cosas buenas como tu articulo y se hace mas grande de lo q es para rebosar de amor al projimo felicitaciones no hay mejor verdad de lo q señalas en tu articulo sigue asi y que Jehova te recompense por esa preocupación de mi pueblo pequeñito territorialmente pero grande en amor y esos sonos mas

    Me gusta

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s